Africa centrale

I paesaggi dell’Africa centrale sono spesso altipiani estesi, che sono lisci nella parte centrale e incisi alla periferia. Il bacino interno del fiume Congo è unito all’Oceano Atlantico da uno stretto collo che attraversa creste parallele alla costa. Il bacino contiene alcune paludi nella regione in cui convergono i fiumi Congo, Ubangi, Likouala e Sangha e dove si trovano i laghi Mai-Ndombe e Tumba. La sua parte principale, tuttavia, è costituita da superfici più asciutte (bassi altipiani o terrazzi alluvionali). Altopiani più alti, che si estendono attraverso strati sedimentari più antichi intorno al centro del bacino del Congo, raggiungono un’altitudine di 2.600-3.000 piedi (da 790 a 900 metri) a nord di Brazzaville e superano i 3.000 piedi vicino al confine con l’Angola a sud. A nord un basso spartiacque (610–700 metri) separa il fiume Congo e i suoi affluenti dal bacino del Ciad. Il paesaggio oltre lo spartiacque scende a gradini verso il Lago Ciad. A sud-ovest e a sud del massiccio del Chaillu (900-1.005 metri) in Gabon e Congo (Brazzaville) ci sono creste attraversate attraverso gole profonde e strette dal Kouilou e dal Congo. Ad est di questo complesso il fiume Congo ha eroso un ampio bacino, noto come Malebo Pool, negli strati sedimentari superiori prima di tagliare le rapide più a valle.

Il terreno più accidentato si trova al margine orientale del bacino del Congo. A nord del Lago Kivu e del Ruanda, i vulcani Virunga formano una catena con tendenza est-ovest. Il punto più alto dell’Africa centrale, Margherita Peak (16.795 piedi [5.119 metri]), la cui vetta presenta residui di glaciazione, si trova al margine orientale della Rift Valley, al confine tra Congo (Kinshasa) e Uganda.

Esplora la nazione

La mappa della città