State gustando il vostro delizioso caffè espresso Arabica in questo momento? Vi state godendo la potenza del sapore Robusta che rende la giornata perfetta ogni mattina? Bene, allora state apprezzando uno dei prodotti più importanti dell’Africa orientale. Le regioni che si affacciano sulla costa dell’Oceano Indiano sono le principali produttrici di questa meravigliosa “droga” che, nei secoli, si è diffusa in tutto il mondo ed è diventata anche il principale prodotto delle piantagioni brasiliane. Oggi i caffè più famosi sono americani, brasiliani e italiani. Ma nessuno di loro potrebbe essere quello che è senza gli alberi che così tante persone coltivano nell’Africa orientale. Se prenoterete una vacanza-safari in questa parte del continente, avrete la possibilità di visitare anche le piantagioni di caffè.

Piantagioni di caffè africane, una tradizione moderna

La storia delle piantagioni di caffè in Africa è recente. Una tradizione molto “moderna”, in realtà. Le regioni dell’Africa orientale iniziarono a coltivare il caffè tra il XVIII e il XIX secolo, grazie all’idea dei frati missionari europei. Erano soprattutto frati francesi, della Congregation du Saint Esprit, noti anche come i “padri neri”. Le prime coltivazioni furono nell’isola di Zanzibar, poi – dopo il 1868 – si trasferirono nelle regioni interne della Tanzania.

Da lì si sono diffusi in Kenya, Uganda e poi in altre colonie francesi nell’Africa centrale. Ma le piante di migliore qualità sono rimaste quelle coltivate sulla costa orientale. Grazie alle particolari condizioni climatiche, al terreno fertile e alla terra vulcanica, questo caffè ha un sapore speciale. Ne conoscete sicuramente alcuni: le tipologie Arabica e Robusta, per esempio. Ma ce ne sono di più, e potete scoprirli e assaporarli mentre andate tra la gente, visitando i villaggi locali.

caffe africa 02
il miglior caffè si produce in Africa

Caffè dell’Africa orientale

Il caffè etiope è la tipologia di Arabica più prelibata. Le piante di caffè trovano lì il loro terreno migliore e il sapore è più forte, perché spesso essiccano i semi sotto il sole equatoriale. Anche il Ruanda è un grande produttore di caffè Arabica, che è la principale risorsa economica, laggiù, oltre ai safari in montagna. A causa del diverso clima in Kenya, il caffè che si produce qui è ancora più forte. Il sapore acido e le sfumature decise lo rendono particolare.

Un caffè di altissima qualità viene prodotto in Tanzania, e ovviamente anche a Zanzibar, dove tutto ha avuto inizio. La maggior parte della produzione è Arabica con il 30% anche di Robusta. Nove regioni sparse in tutta la nazione coltivano caffè, e questo fa della Tanzania il primo produttore. L’Uganda è il principale produttore di caffè di qualità Robusta, che trae le sue migliori caratteristiche dal clima di montagna. Le regioni che producono di più sono le foreste di Kampala e l’area del Monte Elgon.

Safari alle piantagioni di caffè

Alcuni tour operator includono piantagioni di caffè nei tradizionali tour o safari, soprattutto in Tanzania. Ci sono tour delle piantagioni di caffè a Zanzibar ma anche vicino ad Arusha e alla regione del Lago Manyara. I tour delle piantagioni di caffè dell’Uganda includono la famosa Bulansuku Farm e le altre fattorie nel Parco Nazionale Queen Elizabeth e nelle regioni di Kibale. La regione di Nairobi, in Kenya, ospita alcune delle più importanti piantagioni di caffè sempre aperte ai turisti per un “tour del gusto”.

Durante questi tour visiterete sia le piantagioni che i laboratori dove lavorano e raffinano i chicchi di caffè per ottenere la famosa polvere scura che tutti amano! Incontrerete le persone che fanno davvero il lavoro più duro e avrete il privilegio di assaporare il primo gusto di un ottimo caffè fatto sul momento! (traduzione dall’inglese di Grazia Musumeci)

caffe africa 03
un safari tra le piantagioni di caffé

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA