Qualcosa si sta muovendo in Malawi. Nel vero senso della parola. Più di “qualcosa” si sta muovendo, per l’esattezza. Oltre 200 elefanti troveranno una nuova vita in un nuovo territorio. Sta accadendo in questi giorni, nel giugno 2022. Entro il 27, infatti, 250 elefanti inizieranno a essere spostati dal parco nazionale di Liwonde a quello di Kasungu, ed entro la fine di luglio tutti avranno trovato un nuovo posto nel mondo. Questa è una grande notizia!

A proposito degli elefanti di Kasungu

Il Parco Nazionale di Kasungu è il secondo parco più grande del Malawi. È famoso per la sua popolazione di elefanti che gode di ampi spazi e di un habitat perfetto. C’è ancora un problema con la caccia, ma i ranger del parco sono addestrati a controllarlo e combatterlo. Anche molti leoni vivono a Kasungu, e se questo può sembrare un pericolo per gli elefanti bilancia il rapporto naturale tra gli animali. La verità è che Kasungu è uno dei parchi naturali meglio organizzati del Malawi e può accogliere e dare rifugio ad animali di tutte le specie, in situazioni e periodi particolari. Con gli elefanti questo accade abbastanza spesso.


Perché spostare gli elefanti da Liwonde a Kasungu

Liwonde è anche un parco nazionale grande e ben organizzato, ma è molto vicino alle comunità umane che hanno bisogno di coltivare la terra, per vivere. Quando gli elefanti sono troppi, danno problemi ai contadini i quali iniziano a cacciarli e ucciderli. Quindi, di tanto in tanto, i gruppi di elefanti devono essere spostati in altri posti e Kasungu è la scelta migliore. È un’operazione molto difficile spostare così tanti grossi animali in una direzione specifica, ma questo è un lavoro di squadra. Il Dipartimento dei Parchi Nazionali e della Fauna Selvatica (DNPW) del Malawi, l’African Parks (AP) e l’International Fund for Animal Welfare (IFAW) stanno collaborando con i due parchi nazionali affinché ciò accada.

Non solo elefanti…

Oltre agli elefanti, 405 specie vengono spesso spostate da un parco all’altro. Si fa con bufali, impala, zibellini, facoceri e a volte anche con ghepardi e leoni. Questo è importante per permettere anche agli uomini di vivere la loro vita normale nel territorio dei parchi.

“Questa traslocazione indica che il Malawi è diventato un modello di eccellenza per la riabilitazione di importanti aree di conservazione”, afferma il direttore di DNPW, a cui piace anche la cooperazione con così tanti enti. I parchi nazionali e gli animali sono turismo, e il turismo è lavoro e denaro per la popolazione locale. Quindi il Malawi deve investire nella tutela delle risorse faunistiche, anche affrontando ogni tanto operazioni così difficili. Dal 2015, questo è stato fatto molte volte e con ottimi risultati.

Lo spostamento di elefanti e altri animali aiuta sia i parchi sovraffollati che i parchi che hanno bisogno di animali. In questo modo, l’intero habitat naturale della fauna del Malawi è sempre ben equilibrato e pronto per il turismo. Ma tiene anche sotto controllo ogni possibile problema con la popolazione locale e fa sì che anche gli agricoltori e gli abitanti delle regioni del parco tollerino e amino i loro animali. (traduzione dall’inglese G Musumeci)

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA