Il Sudafrica è tra le migliori regioni al mondo per il birdwatching. Insieme a Tanzania, Uganda e Kenya, è uno dei luoghi preferiti del turismo di birdwatching e ospita alcune specie davvero incredibili di volatili. Ce ne sono di molto rari, che potreste non vedere mai altrove. Ci sono orgogliosi rapaci, timidi passeri, uccelli africani endemici e anche pinguini. Dato che qui siete vicino al Polo Sud, potete avere la possibilità di filmare i pinguini fuori dal loro solito habitat ghiacciato. Cos’altro chiedere a un safari di birdwatching?

Sud Africa, terra di pinguini

Questa parte dell’Africa ha un clima diverso rispetto al resto del continente. Qui ci sono le stagioni e anche inverni freddi. Questa è l’ultima terra abitata prima dell’ampio continente ghiacciato del Polo Sud e condivide parte della sua fauna speciale, come i pinguini, appunto. Per ammirare questi uccelli che non volano è necessario prenotare viaggi in alcune isole sudafricane e sulle coste vicino a Port Elizabeth.

I pinguini vivono sull’isola di Dassen, sull’isola di St Croxi, sull’isola di Robben. Li vedrete anche ad Algoa Bay, Stony Point e Boulders Beach. Se il viaggio include Bird Island Nature Reserve, avrete la possibilità di ammirare sia i pinguini che i cormorani coronati che vivono anche su questa terra rocciosa al largo di Lambert’s Bay. Una curiosità sui pinguini africani? Hanno un bell’ “ombretto” rosa intorno agli occhi!

01 SUDAFRICA-2
AVVOLTOI DEL CAPO

Non solo pinguini, anche avvoltoi e uccelli rari

I pinguini sono l’attrazione più interessante e divertente per i turisti che vengono a fare birdwatching in Sud Africa, ma oltre a loro esiste una vasta scelta di uccelli strani e belli da ammirare. I rapaci sono comuni anche in Sud Africa e ne troverete molti intorno a Città del Capo o nei suoi dintorni. Soprattutto il distretto del Capo Orientale ospita gli avvoltoi del capo, meravigliosi uccelli giganti (lunghi oltre 1 metro, apertura alare di 2,5 metri!) che vivono e cacciano sulle montagne della Provincia del Capo.

I migliori safari di birdwatching, in Sud Africa, vi porteranno alla Mkhuze Game Reserve, dove vivono i Sunbirds di Neergaard e i Pink Throated Twinspots. Oppure ammirerete gli avvoltoi e le aquile marziali al Kruger National Park. Altre specie africane, come Baratt’s Warblers, Sugarbirds, Karoo Scrubs di solito vivono sulle pianure del Lesotho. Un uccello molto raro da incontrare è un piccolo canarino chiamato Red Lark. È ovunque nel territorio della nazione ma ha strane abitudini, quindi è davvero difficile individuarlo. Fortunato il birdwatcher che riuscirà nell’impresa!

Cosa indossare, cosa portare

Il clima del Sud Africa è molto simile a quello dell’Europa mediterranea. Quindi dovreste vestire come se andaste in Grecia o nel sud Italia o a Tunisi. Abiti in tessuto leggero, magliette a maniche corte, crema solare, occhiali da sole, cappelli o berretti, scarpe comode. È meglio usare scarpe alte, o stivali, perché camminerete comunque su sentieri tra la natura selvaggia. Se farete birdwatching per aquile o avvoltoi, portate anche giacche e vestiti impermeabili, perché il clima in montagna è spesso freddo, ventoso o piovoso. Non dimenticate mai una guida per capire gli uccelli, il binocolo, le macchine fotografiche ovviamente.

Periodo migliore per il birdwatching in Sud Africa

Dovreste prenotare il vostro safari birdwatching durante l’estate meridionale, cioè da ottobre a marzo. Molti uccelli migratori, rapaci ma anche uccelli delle isole sono comunemente avvistati durante i mesi caldi compresi in questo periodo dell’anno. Ottobre è il periodo migliore per fare birdwatching nel territorio di Città del Capo. La stagione per ammirare i pinguini sulle spiagge cittadine va da settembre a ottobre.

(TRADUZIONE DALL’INGLESE, GRAZIA MUSUMECI)

01 SUDAFRICA-3
PAESAGGI MEDITERRANEI

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA