Il Covid 19 è la peggiore pandemia che il mondo abbia dovuto affrontare dal 1918. Il virus sembra difficile da combattere e si ripresenta in periodi che fanno precipitare le nazioni nel panico e nell’emergenza. E l’Africa? Che succede nel Botswana? L’Africa sembra vivere una situazione migliore, ma il problema è piuttosto controverso, perché non ci sono mezzi sufficienti per raccogliere dati. Il Covid ha davvero colpito meno questo continente? O è solo un problema nascosto ancora da scoprire?

Situazione Covid in Botswana

Dati generali dicono che in Botswana, fino al 2021, ci sono stati 10.742 soggetti positivi, solo 34 vittime e oltre 7.900 guarigioni. Non sappiamo se questi numeri siano reali, ma il Governo della nazione sembra molto attento e impegnato nella gestione del problema. Il sito ufficiale del governo del Botswana dichiara che, sulla pandemia di Covid, è in atto:
• una massiccia educazione pubblica attraverso i mass media
• punti di screening e rilevamenti diagnostici
• test rapidi e auto-quarantena per soggetti positivi non sintomatici
• isolamento rigoroso per i soggetti sintomatici
• lockdown locali
• distanziamento sociale e misure igieniche come richiesto.

Il sito web del Governo fornisce anche indicazioni utili su come curare i sintomi del Covid a casa, come capire quando peggiorano e bisogna andare in ospedale.

06 COVID BOTSWANA 2
il 50% della popolazione è vaccinata

Turismo e Covid in Botswana

State programmando un viaggio in Botswana durante i tempi della pandemia di Covid? È possibile entrare nel Paese? Il governo di questa nazione ha messo online (qui) un utile vademecum per far conoscere ai turisti la situazione e come affrontarla. Il manuale è principalmente per i lavoratori del turismo, per i proprietari di hotel e ristoranti e altri dipendenti di quel settore lavorativo. Ma gli stranieri possono consultarlo per sapere se e come vengono rispettate le norme di sicurezza.

Vaccinazioni

Il Botswana annuncia di aver già vaccinato contro il Covid il 50% della popolazione locale con oltre 2 milioni di dosi già effettuate.

Gli aggiornamenti al 2022 riguardo alle normative Covid in Botswana

Restano in atto tutte le restrizioni all’ingresso del Paese, nazionali e internazionali, nel tentativo di frenare la diffusione del COVID-19 nel paese. Per i residenti: le riunioni pubbliche possono riprendere con rigorosi protocolli sanitari in atto, le mascherine sono obbligatorie in pubblico. Per gli stranieri: le frontiere sono aperte e si può entrare in Botswana ma producendo, innanzi tutto, certificato di vaccinazione insieme ad un risultato negativo da un test COVID-19 effettuato non più di 72 ore prima dell’arrivo. Inoltre, nei punti di ingresso della nazione sono in vigore ulteriori procedure di screening e test.

I turisti che entrano nel Paese devono auto controllarsi e rimanere in contatto con le autorità sanitarie locali per 14 giorni. All’arrivo, tutti i viaggiatori verranno testati gratuitamente. Coloro che risultano positivi o che presentano sintomi COVID-19 saranno messi in quarantena a proprie spese. I cittadini del Botswana di ritorno e i residenti legali che non possiedono un certificato di test COVID-19 negativo verranno testati al confine e dovranno affrontare fino a 14 giorni di quarantena presso una struttura governativa.

Tutti i viaggiatori che lasciano il Paese devono produrre un risultato negativo da un test COVID-19 effettuato non più di 72 ore prima della partenza.

Resta d’obbligo sempre rispettare le misure anti Covid, anche per il 2022: igiene delle mani costante, uso delle mascherine dove richiesto, distanziamento, denuncia dei primi sintomi, ospedalizzazione per i sintomi più gravi.

(traduzione dall’inglese di Grazia Musumeci)

06 COVID BOTSWANA 3
restano in atto molte restrizioni

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA