Stone Town è il nome della parte più antica della città di Zanzibar. È il primo vero nucleo del capoluogo dell’isola, in gran parte costruito in pietra, da cui il nome. Questa è una delle aree storiche più importanti della Tanzania, perché mostra il mix di culture che hanno reso Zanzibar il paradiso che è oggi. Visitare Stone Town significa cercare l’anima di questo luogo, che non è solo “sole e spiagge”.

La Stone Town di Zanzibar come la conosciamo oggi fu costruita nel 1830, ma probabilmente fu fondata nel cosiddetto “Tempo di Shirazi”. Questo periodo storico va dal XIII al XV secolo e prende il nome dalla famiglia di sultani che regnava allora. Ma Shirazi era anche il nome del partito politico che guidò la Rivoluzione di Zanzibar negli anni Sessanta. È un’identità e una testimonianza importantissima del passato, legata anche alla schiavitù.

Cosa vedere a Stone Town

Questa è la parte di Zanzibar dove sorgono i monumenti più belli. Potete visitare: la casa di David Livingstone, la tomba di David Livingstone – all’interno del cimitero anglicano, le prigioni degli schiavi, la cattedrale di San Giuseppe, la moschea di Malindi e la moschea dell’Aga Khan. Oggi, anche due incredibili edifici attirano i turisti. Uno è il Palazzo delle Meraviglie, il primo ad essere illuminato dall’elettricità, l’altro è il Palazzo del Vecchio Dispensario. Entrambi sono musei che raccolgono oggetti della storia e della tradizione della cultura swahili.

Si possono inoltre ammirare: l’Old Fort, l’antica fortezza araba costruita per proteggere Zanzibar dall’attacco dei pirati europei nel 1700. Fu poi utilizzato come carcere e anche come caserma. Oggi ospita un teatro all’aperto, un’antica chiesa, negozi e un centro culturale. Da non perdere una visita al Big Tree, un ficus secolare sul lungomare ea Kelele Square, l’antico mercato degli schiavi.

02 shirazi 2
il centro antico di Zanzibar

Cimiteri di Stone Town

Stone Town è famosa per i numerosi cimiteri. Questo era il luogo in cui gli schiavi venivano venduti, acquistati, imprigionati e uccisi. Questo fu anche il luogo dove le rivoluzioni fecero le loro vittime. Ed è sempre qui che sono sepolti gli uomini più importanti di Zanzibar. Il Cimitero Reale, accanto al Palazzo delle Meraviglie, è il luogo dove sorgono le tombe dei sultani.

Grave Island è un piccolo isolotto al largo della costa di Zanzibar. Lo raggiungerete in barca, partendo dal porto di Stone Town. Le numerose tombe bianche, risalenti all’inizio del XX secolo fino alla prima guerra mondiale, raccontano la storia di battaglie, guerre e rivoluzioni avvenute intorno all’isola di Zanzibar.

Un cimitero molto più antico si trova a Jambiani, a oltre 1 ora di auto da Stone Town. Qui troverete antiche tombe in pietra, con incastonate ceramiche colorate, risalenti probabilmente all’età Shirazi. Le tombe sono ancora lì, ma molte ceramiche sono state portate via per essere esposte nei musei di Stone Town.

Come arrivare a Stone Town

Stone Town è la parte centrale e più antica di Zanzibar. Si trova a 8 km dall’aeroporto internazionale, quindi potete raggiungerlo percorrendo Neyerere Road per 15 minuti. Se arriverete dalla Tanzania in aliscafo o traghetto, potete raggiungerla anche a piedi. Il nucleo antico della città infatti dista solo 10 minuti di cammino.

02 shirazi 3
cimiteri dell’era Shirazi

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA