Watamu è una spiaggia stupenda situata 140 km a nord di Mombasa, di fronte a un oceano azzurro pieno di incredibili pesci e animali acquatici. Per proteggere questo paradiso, nel 1968 il governo del Kenya ha istituito il primo parco marino della nazione, forse dell’intera Africa! Il Parco Nazionale Marino di Watamu è completamente sott’acqua, ma fa parte di un’area protetta più ampia che comprende anche il Parco Marino di Malindi e la foresta di Arabuko Sokoke, sulla costa. Potrete esplorare sia le coste che il mare, ma il parco marino di Watamu è principalmente il luogo preferito dai subacquei.

Quando andare, cosa vedere a Watamu

La costa di Watamu e il suo parco marino sono luoghi caldi con temperature comprese tra 20 e 30 gradi Celsius. Le piogge sono per lo più in primavera e in autunno, quindi il periodo migliore per visitarli e immergersi è gennaio-marzo o giugno-ottobre. Sott’acqua ammirerete 150 bellissime specie di corallo, orgoglio della costa keniota, e 11 diverse piante acquatiche e alghe. Per quanto riguarda la fauna del Parco, le tartarughe e gli squali sono gli animali più importanti e belli da vedere.

Ammirerete pure mante, barracuda, ricci di mare, stelle marine, crostacei mentre vivono e si muovono nel loro vero habitat. Molti uccelli sorvolano il parco marino e la maggior parte di loro si dirige anche verso la costa, atterrando lungo le rive del Mida Creek. Lì, tra le mangrovie, si possono avvistare trampolieri, Calidris Albae, Calidris Ferruginea, uccelli Sterna.

002 watamu marine 2
meravigliosa Watamu

Attività al Parco Nazionale Marino di Watamu

I turisti che vengono a visitare il Parco Nazionale Marino di Watamu di solito amano le immersioni. Andranno sott’acqua, seguendo le loro guide locali, e ammireranno la fauna oceanica. I tour operator locali organizzano molti safari in mare ma anche gite in barca: le barche hanno il fondo in vetro per poter ammirare i pesci senza toccarli né entrare in mare.

È consentito fare snorkeling nel Parco Marino di Watamu, inoltre è possibile praticare windsurf e sci nautico. È vietato pescare, raccogliere coralli o toccare sia animali sia coralli. I controlli contro l’azione dell’uomo nella riserva sono severi e possono comportare pesanti multe o addirittura il carcere. Quindi siate rispettosi. Si possono organizzare safari anche per visitare le foreste e l’ambiente di Mida Creek, sulla costa.

Watamu non è lontano da Malindi. Così potrete anche andare a visitare la città, trovare del tempo per i vostri acquisti e degustare alcuni cibi locali al ristorante. O dedicarvi ad altre attività turistiche tipiche che non riguardano la natura. Potrete ad esempio raggiungere Mombasa, che si trova a 120 km a sud della spiaggia.

Maggiori informazioni sul Parco

I turisti dovranno pagare un biglietto d’ingresso, per poter usufruire dei servizi del Parco Na-zionale Marino di Watamu. Il biglietto principale è di 15 dollari, ridotto a 10 per i bambini.

Per raggiungere Watamu si può andare in aereo – atterrando all’Aeroporto di Malindi; o in auto, percorrendo la Mombasa-Malindi Road. La riserva dista 120 km da Mombasa e appena 28 km da Malindi. Quando si arriva a Gede – a metà strada – si svolta seguendo l’indicazione per l’Oceano Indiano, o per le spiagge. Guidate ancora, per più 11 km, e arriverete a Watamu Beach.

(traduzione dall’inglese di Grazia Musumeci)

002 watamu marine 3
immersioni al parco marino

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA