Nel 1950 il Kenya decise di interrompere la caccia selvaggia in alcune sue regioni e istituì numerose aree protette, soprattutto nei territori di alcune tribù storiche. Il Parco Nazionale di Aberdare  è stato istituito proprio in quell’anno. Copre un’area di 765,7 kmq, 180 km a nord di Nairobi e comprende tre contee. Il territorio del Parco è costituito per la maggior parte dalle cime della Catena Aberdare e da numerose foreste pluviali. Nel suo territorio si trova anche il bellissimo Monte Oldonyo Lesatima, il più alto della regione – quasi 4000 m. sopra il livello del mare. Un safari nel Parco Nazionale di Aberdare permette di ammirare la tipica fauna di montagna dell’Africa oltre alla famosa fauna selvatica che ogni turista si aspetta di vedere in questo continente. Un’esperienza speciale e variegata.

Quando andare in safari ad Aberdare

Il clima nella regione di Aberdare è umido e nebbioso. Le piogge sono continue e solo poche settimane specifiche sono completamente asciutte. Chiedete ai tour operator o alla vostra guida locale il periodo migliore dell’anno in cui organizzare un viaggio. In genere i “mesi secchi” sono agosto e settembre, fine dicembre, gennaio e febbraio. Anche se le giornate saranno soleggiate e “molto africane” in quei periodi, le temperature non saranno troppo calde. Quindi questo è il momento perfetto per un viaggio nei boschi di montagna del parco.

aberd 2Cosa vedere ad Aberdare

Un safari nella regione di Aberdare, esplorando il Parco Nazionale, significa ammirare gli animali africani più belli nel loro habitat. Questa è la terra di molti leoni, leopardi, elefanti, bufali, licaoni, scimmie, babbuini. Incontrerete sicuramente il gatto dorato, il maiale gigante, le aquile pescatrici e la cisticala di Aberdare, molto rara da vedere. Tra le piante ammirerete alberi sempreverdi che ricordano i boschi alpini, ma qui molto più grandi. Elicriso ed eriche, in particolare, hanno qui dimensioni gigantesche. Vale la pena vederle! Non perdete l’occasione di ammirare alcune delle tante meravigliose cascate del Parco.

I turisti hanno la possibilità di soggiornare e persino dormire all’interno del Parco Nazionale. Diversi lodge sono pronti ad accoglierli, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Potrete fare safari lungo molti percorsi, e anche godervi safari notturni e safari sull’acqua. Alcuni dei lodge sono costruiti su palafitte, quindi ammirerete animali acquatici e uccelli … dalla finestra della  camera! Molte persone prenotano il loro soggiorno al romantico Treetop Lodge, dove le capanne sono costruite su grandi alberi secolari. La regina Elisabetta II – solo una principessa, allora – era in vacanza qui, quando le fu annunciata la morte di suo padre e la sua futura incoronazione a regina.

Come arrivare

Il vostro aeroporto di riferimento sarà l’aeroporto di Nairobi. Dalla capitale keniota, infatti, ci vogliono solo 2 ore di macchina per raggiungere il Parco Nazionale. Percorri l’autostrada A2 da Nairobi a Thika e Nyeri. Poi da Nyeri seguire la Nyahururu Road e le indicazioni per Aberdare. Ci sono 8 accessi per entrare nel Parco Nazionale: Treetop è la più usata. Ci sono anche servizi di autobus che collegano Nairobi con la regione di Aberdare.

traduzione dall’inglese: Grazia Musumeci

aberd 3

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA