A volte la chiamano “lo Stato-Giardino” ma questo nome non dice totalmente la verità. L’Uganda è effettivamente famosa per le sue foreste, specialmente per le foreste di montagna dove vivono gli splendidi gorilla argentati. Ma il suo territorio è prevalentemente ampio, piatto e spesso composto da altipiani aridi. La parte più verde si trova nelle regioni meridionali dove appunto sorgono le montagne. Città e villaggi, così come i resort per turisti, si trovano anche essi nel sud. La presenza di tanti Parchi Nazionali – dieci, tutti meritevoli di visita – giustifica quel nome, Stato-Giardino.

L’Uganda un tempo era la terra dei Bantu. Poi arrivarono arabi ed europei. La tribù, molto grande, combatté contro molti invasori come ad esempio i rivali Luo ma nulla poté contro gli arabi, che governarono la regione dal XVII al XIX secolo. Poi vennero gli inglesi e rimasero a capo della colonia ugandese fino all’indipendenza nel 1962. L’economia dell’Uganda si basa prevalentemente su agricoltura e – per le città sul lago Vittoria – sulla pesca. Il turismo è altrettanto importante, specialmente per quanto riguarda l’organizzazione di safari.

Quando andare in Uganda

Il momento migliore per visitare l’Uganda è durante le stagioni secche. In particolare, nel verde meridione spesso colpito da piogge molto forti che causano alluvioni, i turisti dovrebbero evitare la stagione delle piogge. Da gennaio a marzo e da giugno a settembre si possono organizzare viaggi e safari: temperature miti, giornate assolate e luminose, animali selvaggi nel loro habitat naturale per farsi ammirare.

01 uganda 2
moderne città e foreste

Cosa visitare

La foresta di Bwindi è la principale attrazione turistica dell’Uganda. Questo bosco di montagna ospita i famosi gorilla di montagna, alcuni dei quali molto rari da vedere, come la specie Silver Back. Avrete bisogno di un visto speciale e di una guida esperta per visitare questa foresta e avvicinarvi molto a questi incredibili animali. Un altro luogo emozionante da visitare è il Queen Elizabeth National Park, dove sono presenti tutti gli animali selvatici africani. Non perdetevi l’occasione di ammirare i “leoni rampicanti”, in grado di salire fin su alberi molto alti, assicurandovi comunque di non essere troppo vicini! Ziwa Rhino Ranch è un piccolo parco locale che protegge i rinoceronti e l’unico posto in Africa dove potete vedere rinoceronti bianchi e neri che vivono insieme.

Godetevi piccole crociere lungo il fiume Nilo Bianco o lungo il fiume Kazinga, tra splendidi ippopotami. Un luogo spettacolare da visitare sono le cascate di Murchinson, ma anche il Lago Vittoria merita sicuramente. La capitale nazionale dell’Uganda si trova sulle rive del Lago Vittoria. Kampala è una città moderna che conserva ancora la sua anima africana. I monumenti da ammirare qui sono: la Moschea Gheddafi, il Tempio Baha’i, le Tombe Kasubi – che mostrano le tipiche sepolture locali del passato. Altro da vedere: il Museo Nazionale dell’Uganda, le bellissime chiese cristiane, i monumenti all’Indipendenza e ai martiri ugandesi.

Come arrivare in Uganda?

L’aeroporto di Kampala accoglie voli internazionali da quasi tutta l’Africa e alcuni voli dall’Europa (Londra, principalmente). Si trova a Entebbe, 35 km a sud-ovest della capitale stessa. Lo scalo è ben collegato a Kampala e ad altre città vicine. Potreste anche arrivare a Kampala e  in Uganda con i traghetti dal Kenya o dalla Tanzania, navigando sul Lago Vittoria.

Gli autobus sono il secondo principale mezzo di trasporto in Uganda. La maggior parte delle persone li usa per spostarsi da una regione all’altra o per spostarsi dentro le grandi città. Non avrete problemi a trovare corse con questi mezzi.

01 uganda 3
terra dei gorilla di montagna

ALL ACTIVITIES

OUR LATEST POST ON AFRICA